Ente di Patronato e di Assistenza Sociale
Via S. Croce in Gerusalemme, 96 - 00185 Roma
Tel. 06.4818918 - Fax 06.48976812 - [email protected]
Numero Verde 800 029661

 I Vostri diritti sono i Nostri doveri!

IN MEMORIA DI TUTTE LE VITTIME DEL TERRORISMO
»Home »News
»Chi siamo »link utili
»Attività »Cookie Policy
»Privacy Notice
Mandato Assistenza ELETTRONICO
domenica 18 aprile 2021    Italiano Francese English Spagnolo Tedesco
x-CHIUDI
Indietro  Stampa  Stampa PDF    A | A | A |
Torna indietro    da "EPAS NOTIZIE" del 07/04/2006

I termini per l'indennità sospesi dall'attestazione della malattia
Ai sensi della circolare Inps n. 9937/2006 il termine prescrizionale di un anno per il riconoscimento dell’indennità di malattia o di maternità si interrompe con il deposito della relativa certificazione da parte del soggetto interessato presso l’Inps. Ai sensi dell’art. 97 del Rdl 1827/1935 il procedimento amministrativo conseguente alla presentazione della suddetta certificazione od al deposito della domanda diretta all’ottenimento della richiamata indennità, condizione di procedibilità della successiva eventuale domanda giudiziale, determina altresì un effetto sospensivo del detto termine prescrizionale. L’attuale vigenza della disposizione Regia alle fattispecie in esame è stata riconosciuta dalle recenti sentenze n. 9286/03 e 2865/04 della Suprema Corte, sollevando così gli interessati dalla reiterazione di atti interruttivi della prescrizione in pendenza del procedimento amministrativo diretto all’accertamento del diritto alle indennità in epigrafe, ed impedendo altresì che detti termini si perfezionino prima di quello annuale di decadenza dall’esercizio dell’azione giudiziaria decorrente dalla conclusione del procedimento amministrativo. L’Istituto precisa che il ricorso ha effetto sospensivo benchè esperito tardivamente, oltre la scadenza dei tre mesi, ed ancora che il termine annuale di prescrizione decorre dal giorno successivo alla cessazione del periodo indennizzabile. Il congedo parentale richiesto per periodi eterogenei da luogo a distinte ed autonome domande di indennizzo che determineranno propri termini prescrizionali.
Ascolta Ascolta questo testo: (voce maschile) | (voce femminile)
ATTENZIONE! Essendo una versione beta, questo lettore
potrebbe non funzionare correttamente con alcune news


FNA Il Patronato EPAS è un servizio della FNA - Federazione Nazionale Agricoltura