Ente di Patronato e di Assistenza Sociale
Via S. Croce in Gerusalemme, 96 - 00185 Roma
Tel. 06.4818918 - Fax 06.48976812 - [email protected]
Numero Verde 800 029661

 I Vostri diritti sono i Nostri doveri!

IN MEMORIA DI TUTTE LE VITTIME DEL TERRORISMO
»Home »News
»Chi siamo »link utili
»Attività »Cookie Policy
»Privacy Notice
Mandato Assistenza ELETTRONICO
domenica 18 aprile 2021    Italiano Francese English Spagnolo Tedesco
x-CHIUDI
Indietro  Stampa  Stampa PDF    A | A | A |
Torna indietro    da "IL SOLE- 24 ORE" del 21/04/2006

Notizie in breve
Ritocco alle pensioni dei disabili
Pubblicato sulla “Gazzetta Ufficiale” n. 90 di ieri il decreto 5 aprile 2006 del ministero dell’Economia con l’adeguamento delle pensioni a invalidi civili, ciechi e sordomuti. Si tratta dell’aumento Istat dell’1,7% su pensioni e assegni e dell’incremento del 3,04% delle quote perequabili delle indennità. Nel decreto sono indicati pure i limiti di reddito 2006 per il diritto ai trattamenti in favore dei disabili, anch’essi aumentati dell’1,7%.

Lavoratori agricoli: retribuzioni base per l’indennità
Dal 1° gennaio 2006, la retribuzione di riferimento per liquidare le indennità di malattia, maternità e tubercolosi dovute agli operai agricoli a tempo determinato, è quella contrattuale. Lo ha precisato l’Inps con circolare 58 del 19 aprile 2006, in seguito a quanto previsto dalla legge 81/2006. L’Istituto, in relazione ad alcune perplessità insorte al riguardo, ha chiesto chiarimenti al Ministero del Lavoro sulla retribuzione da utilizzare.

Neocomunitari: bulgari e rumeni espulsi senza deroga
Fino all’entrata in vigore dell’atto normativo di ratifica dell’adesione della Bulgaria e Romania i cittadini di questi paesi non possono essere considerati comunitari e fino a tale data troverà applicazione la normativa del testo unico dell’immigrazione. Una circolare del ministero dell’Interno (la n.400/A/2006/291/P21.50.5 del 1° marzo del 2006) fa chiarezza sui decreti di espulsione nei confronti dei cittadini rumeni “censurando” l’indirizzo seguito da alcuni giudici di pace in materia di ricorsi contro i decreti di espulsione, annullati in base al presupposto che per i cittadini rumeni non troverebbe applicazione la normativa  del testo unico dell’immigrazione in quanto la Romania entrerà a far parte dell’unione europea con data certa. Il ministero dell’Interno, ferma restando l’autonomia dell’autorità giudiziaria in materia di valutazione della legittimità degli atti che sono emanati dalla Pubblica amministrazione, ha ritenuto di sottolineare, tra le altre cose, che la procedura di ratifica del trattato di adesione per Bulgaria e Romania entrerà in vigore il 1° gennaio 2007 e che la stessa adesione è subordinata a una serie di adeguamenti agli standard europei e, perciò, non è automatica.


Ascolta Ascolta questo testo: (voce maschile) | (voce femminile)
ATTENZIONE! Essendo una versione beta, questo lettore
potrebbe non funzionare correttamente con alcune news


FNA Il Patronato EPAS è un servizio della FNA - Federazione Nazionale Agricoltura