Ente di Patronato e di Assistenza Sociale
Via Giovanni Giolitti, 212/C - 00185 Roma
Tel. 06.4818918 - Fax 06.48976812 - [email protected]
Numero Verde 800 029661

 I Vostri diritti sono i Nostri doveri!

»Home »News
»Chi siamo »link utili
»Attività »Cookie Policy
»Privacy Notice
Amministrazione Trasparente
sabato 28 gennaio 2023    Italiano Francese English Spagnolo Tedesco
x-CHIUDI
Indietro  Stampa  Stampa PDF    A | A | A |
Torna indietro    da "REDAZIONE EPAS" del 20/01/2023

Trascinamento di giornate per lavoratori agricoli a tempo determinato, piccoli coloni e compartecipanti familiari
img

I lavoratori agricoli a tempo determinato, piccoli coloni e compartecipanti familiari, come previsto dalla legge n.247/2007, possono usufruire di un beneficio previdenziale chiamato “Trascinamento di giornate”.

Tale beneficio consiste nel riconoscimento per l’anno 2022, sia ai fini previdenziali che assistenziali, di un numero di giornate aggiuntive, necessarie al raggiungimento del numero di quelle lavorative effettivamente svolte presso i medesimi datori di lavoro nell’anno precedente a quello di fruizione dei benefici per gli interventi di prevenzione e compensazione dei danni per calamità naturali o eventi eccezionali di cui all’articolo 1, comma 3, del decreto legislativo 29 marzo 2004, n. 102.

Il beneficio in oggetto è propedeutico al raggiungimento delle giornate necessarie all’iscrizione negli elenchi anagrafici 2022 ed è destinato ai lavoratori occupati nell’anno 2022 per almeno cinque giornate presso un’impresa agricola di cui all’articolo 2135 c.c. che abbia fruito di almeno uno dei predetti interventi e che ricada in un’area dichiarata calamitata ai sensi dell’articolo 1, comma 1079, della legge 27 dicembre 2006, n. 296. Si precisa che alla delimitazione delle aree calamitate provvedono le Regioni con proprie delibere o decreti.

  1. Adempimenti delle aziende

Per quanto concerne le aziende interessate, quest’ultime dovranno:

  • trasmettere in via telematica la dichiarazione di calamità, avvalendosi dell’apposito servizio denominato “Dichiarazione calamità (Aziende agricole)” all’interno del sito INPS. Le dichiarazioni devono fare riferimento alle aree delimitate ai sensi dell’articolo 1, comma 1079, della legge n. 296/2006, così come da decreti/delibere regionali;
  • per la concessione del beneficio ai piccoli coloni e partecipanti familiari, i concedenti devono inviare alle strutture dell’Istituto competenti per territorio il modulo “SC95” - “Dichiarazione per la concessione ai piccoli coloni/compartecipanti familiari dei benefici a seguito di eventi calamitosi o di eventi eccezionali”, reperibile sul sito dell’Istituto.

Tali trasmissioni dovranno avvenire entro il 24 febbraio 2023.


Ascolta Ascolta questo testo: (voce maschile) | (voce femminile)
ATTENZIONE! Essendo una versione beta, questo lettore
potrebbe non funzionare correttamente con alcune news


FNA Il Patronato EPAS è un servizio della FNA - Federazione Nazionale Agricoltura